Tematai

Tematai, il vento, la fa da padrone qui nell’isola di Pascqua, soffia impetuoso gonfiando le onde del mare che si frangono con violenza, nel mentre i moai stanno a guardare, o meglio, volgono sdegnosi il dorso. Uno dei misteri della memoria perduta è questo: il perché le grandi statue siano rivolte verso terra e non scrutino l’oceano impetuoso? Ieri, quando le ho riviste dopo 8 lunghi anni e dopo essermi polinesianizzata ho capito: i moai ci guardano e ci proteggono dalla furia di questa natura estrema che può scatenarsi, esplodendo in una violenza tremenda. È lo sguardo benevolo dei tupuna, antenati che si posa su di noi, del popolo dalle lunghe orecchie, il cui scopo nella vita era di costruire la statua più grande e più bella, affinché l’anima nel momento estremo della vita avesse un simulacro degno dove volare, e da lì volgere il suo sguardo benefico sulla discendenza. 

È una giornata ventosa oggi nell’isola di Rapa Nui. Tematai si fa sentire e nel suo soffio ci porta antichi ricordi.

Annunci
Categorie: Rapa Nui | Tag: | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: