Los Angeles!

  
La prima volta che si atterra a Los Angeles resta impressa nella memoria, questo accada sia di giorno che di notte. Ho bene chiaro nella mente la distesa di luci sotto di me, interminabile, che vedevo scorrere dal finestrino dell’aereo. La superficie di questa città è pari alla regione Lombardia! Dalla sua fondazione il suo sviluppo è stato ben notevole! 

Il 2 febbraio 1791 un gruppo di coloni, reclutati a Sonora e Sinaloa in Messico chiamati Los Pobladores, intraprendevano lo storico viaggio attraverso il deserto, partendo da Los Alamos di Sonora. La loro missione era, come pianificato dal governatore Felipe de Neve, di fondare il Popolo della Nostra Signora Regina degli Angeli della Porciuncola. Camminarono lungo il Rio Mayo fino alla baia di Santa Barbara, attraversarono il golfo di California a Loreto nella bassa California, navigarono in direzione nord fino alla baia di San Luigi Gonzaga, quindi si spinsero nell’entroterra fino alla Missione di San Fernando di Vellicata. Recuperate le forze, nel mese di maggio si incamminarono per il lungo percorso in direzione nord, che ebbe fine il 18 agosto, con l’arrivo nella Missione di San Gabriele; il 4 settembre intrapresero il loro ultimo spostamento, arrivando fino al Rio Porciuncola e fondando l’attuale città di Los Angeles.

Si trattava di 11 famiglie, 44 persone in tutto, fra uomini donne e bambini.

In questo viaggio sono arrivata durante il giorno, la sua pianura circondata da montagne si sfilava sotto i miei occhi come un’enorme distesa secca, polverosa e marrone. Il deserto è alle porte, non bisogna dimenticarlo! Era caldo, si, allora mi sono spostata verso il mare, arrivando, non senza difficoltà per varie rotture della Metro, alla magnifica spiaggia di Santa Monica, alla fine della Route 66, quella che percorre in orizzontale la grande America! L’oceano, cerco sempre l’oceano. Ci siamo guardati ed ha immediatamente capito la mia intenzione: lo avrei presto attraversato per tornare a casa. 

Se ci si può innamorare di un edificio, a me è successo. 

 Nel mio precedente passaggio a Los Angeles con un gruppo da coordinare non ero riuscita a vederlo bene, solo a scorgerlo da lontano per restare a guardia delle auto che avevamo noleggiato. Confesso che il motivo principale di questa mia sosta è stato proprio il voler visitare la Walt Disney Concert Hall dell’architetto Frank Gehry, un edificio meraviglioso! Sarà che non sono capace di pensare considerando i volumi, ma semplicemente in due dimensioni, che questo edificio con le sue curve ed i suoi riccioli mi affascina enormemente! La luce del sole viene rifratta dalla sua superficie metallica, morbida come la seta. L’ho ben osservato, passando a trovarlo tutti e tre i giorni in cui mi sono fermata, girandogli rispettosamente intorno, per non perdere il minimo dettaglio. Bello, bellissimo, mi è veramente piaciuto! Che contrasto con le architetture squadrate dei dintorni! Ho scoperto una rosa, una bella fontana in ceramica, dedicata dall’architetto alla tenera Lilian Disney, la figlia di Walt. Che tenero pensiero! La fontana è realizzata con maioliche cinesi spezzate, le preferite di Lilian e Gehry l’ha chiamata “un rosa per Lilly”.  

Le foto del fratello maggiore di questo edificio a Bilbao, realizzato sempre nello stesso stile, non mi hanno altrettanto entusiasmata, forse per la sua dimensione maggiore.

Sono state belle queste tre giornate finali a Los Angeles, avevo trovato un simpatico alloggio vicino alla strada delle star, dove i nomi di attori e registi sono inseriti in una stella incastonata nel marciapiede, ho girato in lungo ed in largo in metropolitana, vedendo il vero aspetto di questa città, con le sue miserie ed assistendo ad un paio di zuffe. 

   

Ora basta, è il momento di tornare a casa, è il momento di arrivare a Tahiti!

Annunci
Categorie: California | Tag: , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: