‘Ori

Schermata 2015-10-22 alle 09.26.57
Le sue mani lavorano alacri mentre mi parla con voce dolce e leggermente roca. Sta preparando gli ornamenti per il costume di danza delle figlie che partiranno in Giappone portando con loro l”ori Tahiti, questa danza sensuale tanto apprezzata nel paese del sol levante. I suoi gesti sapienti  ricordano le mani di mia nonna, abili anch’esse, capaci di creare dal nulla o quasi delle piccole meraviglie: prima cuce sui copricapi una  treccia in pandanus: “con l’ago piccolo, altrimenti l’altro lascia dei buchi troppo grossi”, anche il supporto, che visto da vicino è tutto un va e vieni di striscioline vegetali, dritte al centro ma elegantemente sinuose ai lati, è stato creato direttamente dalle lunghe foglie della pianta di pandanus, raccolte, sbiancate, seccate.  Inizia poi a sfilacciare dei mazzetti di fibre di purau, ibisco selvatico: “Questo è per pulirli” fino a ricavarne, aprendoli a ventaglio e ripiegandoli su se stessi dei graziosi ponpon schiacciati, piccoli soli dai morbidi raggi.

Lavorando mi spiega: “Il puamutu danza per mimare, mentre la danza tahitiana è pura seduzione. Si mimano gli elementi della natura, gli animali, i pesci, gli uccelli, paragonandoli agli esseri umani: c’è quello che arriva e ti becca, all’improvviso, quando meno te lo aspetti, quello che è ladro, e ti sfila abilmente ciò che luccica dalla borsetta.

Una danza ripropone i movimenti dell’uccello maraea quando pesca, riproducendo abilmente i suoi movimenti.” Osservazione della natura, mimica, i polinesiani nelle loro esibizioni sono eccezionali.
“Quando devo danzare il mio corpo si prepara”, continua,
“È il movimento che definisce la morbidezza del corpo, è ciò che sentiamo…
Una sensazione di benessere, il soffio vitale…
È come fare l’amore.
Ancora oggi danzare mi da i brividi, provo delle sensazioni così intense da piangerne.
 Vivo profondamente le parole delle canzoni  con tutta me stessa.” Le chiedo un consiglio: “Bisogna sempre esser buoni dal profondo del cuore.”
Annunci
Categorie: Polinesia Francese | Tag: , | 1 commento

Navigazione articolo

Un pensiero su “‘Ori

  1. essere buoni fa bene a tutti in primis a se stessi, grazie della dolce lettura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: