Big Island

20140101-114104.jpg

Pahana = diligenza questo mi ha donato il mucchietto di cartoncini bianchi: “Scegli la parola hawaiana del giorno”, ho seguito l’esportazione di un grazioso cartellino dal colore rosa acceso, sul quale mi sono caduti gli occhi, nella “Simply Natural House” un grazioso localino dove sedersi per leggere, bere un caffè, mangiare un’insalata. Ci sono arrivata con soli 4 passaggi dall’aeroporto di Kona, la parte calda e soleggiata di Big Island, dove la lava vulcanica la fa da padrona. E’ di Big Island la migliore foto di questo 2013, colta al volo da un bravo professionista: la goccia di lava che cade nell’oceano, ha colto l’attimo e la giusta prospettiva… Le gocce salate che si librano in aria da un leggero schizzo sottolineano il tutto. A Honakaa, la mia destinazione di oggi, una pioggia insistentemente fitta cade da circa un mese: proprio oggi un ponticello ha ceduto sotto la spinta delle acque, una macchina e’ rimasta li pericolosamente sospesa ma siamo in America ed i pompieri hanno sfilato via la guidatrice prima che i flutti ghermissero l’auto, facendola scivolare via. La mia giornata e’ stata strana: mi sono alzata prima dell’alba per arrivare in tempo all’aereo, solo in aeroporto, quando ho guardato la mail di conferma per l’acquisto del biglietto ho notato quel pm di fianco all’orario…. Uff! A cosa era servito essermi alzata alle 5, cosa avrei potuto fare per le 12 ore che mi separavano dal vero orario del mio volo? In giro per l’isola con il trolley, un bagaglio piccolo, ma certo non adatto alla spiaggia! Non sono una che si perde d’animo, ho camminato fino al lato estremo dell’aeroporto da dove partivano i piccoli aerei della simpatica Mokulele Airlines, della quale avevo letto peste e corna… Il prezzo contenuto mi aveva spinto avcomperare il biglietto comunque, un rischio calcolato per un terzo del prezzo… Sono arrivata al loro banco con un enorme sorriso, ho subito ammesso di essermi sbagliata, se per caso, se forse, se volessero aiutarmi… Ho aspettato 10 minuti in lista d’attesa se mai un ultimo passeggero non dovesse presentarsi, ho pagato con un sorriso i 15 dollari in più per il mio bagaglio, piccolo ma pesante, che non avrei potuto portare a mano in un aereo così piccolo di appena 7 passeggeri. Sono partita un’ora in anticipo rispetto al mio presunto volo, evitando le nuvole che si sarebbero formate di li a poco, che avrebbero impedito al piccolo velivolo il suo salto da un’isola all’altra. Come comandante una giovane donna bionda che avrebbe fatto impazzire l’amico Lam, timida nel parlare, ma sicura e decisa nel pilotare; il volo e’ stato magnifico, un bel benvenuto in questa Big Island, la più grande dell’arcipelago delle Hawaii!

20140101-114600.jpg

Annunci
Categorie: Hawaii | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “Big Island

  1. Paolo Panatero

    Ciaoooo,
    da quando avevo vent’anni, sogno la Polinesia.
    ora, raggiunta la pensione, vorrei partire.
    La vita in Polinesia e’ cara.
    qual e’l’attivita’ che potrebbe aiutare….
    Grazie, a presto
    PAOLO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: