Il giorno della visita

20130806-172425.jpg

Oggi è il giorno della visita sull’isola di Taveuni, oggi come ogni 15 giorni nel villaggio di l’infermiera nel villaggio di Boumi visita i bambini, i nuovi nati e quelli che già camminano, quei piccoli esserini fragili che hanno bisogno di essere aiutati per venire al mondo. C’è una sola strada a Taveuni, che non compie nemmeno l’intero giro dell’isola; le mamme partono fin da Lavena, l’ultima fermata, dove sono io, salgono numerose con i loro fagottini addormentati sul bus, spesso accompagnate anche dagli altri fratellini maggiori che hanno uno sguardo perso, attonito, da questo grande viaggio che stanno per intraprendere, una novità rispetto al razzolare sereno di ogni giorno. 20130806-172544.jpgArrivati al presidio sanitario ne salgono il doppio di quante ne scendano, sono quelle arrivate la mattina di buon ora che ora tornano a casa con il bus delle 11. Il bus delle 11, si chiama così, anche se in realtà e’ partito che era quasi mezzogiorno, è il ‘Fijan time’, ‘tempo fijano’. 20130806-172532.jpg

Le casette lungo la strada non hanno nulla al loro interno, sono semplici contenitori con una stuoia a terra sulla quale ci si siede, si mangia, si stendono i materassi per dormire, tutta la famiglia insieme, tutti vicini in un’unica stanza. Di diverso c’è un camino che spunta da un lato del tetto, sempre in lamiera ondulata, per allontanare i fumi da dove abitualmente si sta.
Gli abitanti di Lavena hanno fatto un’ottima cosa, alla fine della strada, il più lontano da tutto, c’è un Lodge, un Albergo, gestito dall’intero villaggio. È una costruzione semplice, con 5 camere pulite con lavandino intorno ad uno spazio centrale, una cucina a disposizione di tutti, due docce con wc; si possono effettuare belle escursioni, la Costal Walk, una facile camminata di 1 ora e mezza, la gita alle tre cascate, che prevede un tuffo in un laghetto d’acqua dolce incredibilmente limpido ed azzurro per rinfrescarsi dopo la fatica della camminata; si può optare per un comodo giro in barca, fermandosi a nuotare fra i pesci multicolori di tanto in tanto o se si è più sportivi, un bel giro in kayak pagaiando dentro e fuori dalla barriera corallina, risalendo anche il fiume per un po’. Se poi non si ha proprio voglia di fare niente, ci si può distendere sulla bella lunga spiaggia bianca, orlata di palme, l’isola di Taveuni ne può vantare 2, questa ed un’altra più piccolina dove ho alloggiato in precedenza. La cosa migliore è che, approfittando della bella posizione, gli abitanti del villaggio di Lavena si sono organizzati in questa attività eco-turistica, dividendo fra tutti il beneficio economico. A turno le famiglie cucinano per gli ospiti, ricavando qualche soldino per le loro piccole necessità. Andarci non sarà solo un piacere, quasi un obbligo morale!

20130806-172612.jpg

20130806-172558.jpg

Annunci
Categorie: Fiji | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: