Maupiti

MaupitiA 310 km a nord ovest di Tahiti, Maupiti è la più autentica delle Isole della Società; e’anche una delle più lontane, il suo isolamento naturale l’ha senza dubbio preservata dalle influenze esterne. Il suo accesso dal mare e’ possibile solo attraverso il passaggio di Onoiau = pesce spada che nuota”, a seconda delle forti correnti uscenti e delle mareggiate da sud, e’ temuto dai capitani dei cargo.
E’ l’isola abitata più a nord dell’arcipelago della Società è anche la più antica (-4 milioni di anni) e la più piccola delle isole Sotto Vento. La sua superficie terrestre e’ di 11 km quadrati contro i 27 della sua superficie lagunare.
Fu avvistata dagli europei nel 1722 (Roggeveen). Ha avuto un difficile rapporto con l’isola di Bora Bora prima del contatto con gli europei; e’ stata il bastione del Protestantesimo.

La piroga di Hiro

Situato nella valle del distretto di A’ata nel quartiere di Vaitia, questa pietra tre metri di larghezza e otto di lunghezza, che evoca al primo sguardo, piu di un ‘kau’ = barca a fondo piatto, che una piroga, non poteva non ispirare una leggenda.

Quando Hiro, il figlio gigante del dio Ra‘amauriri e della sua seconda moglie, arriva a Maupiti, vede la pietra e gli piace così tanto da voler impadronirsene. secondo alcuni imbarcandola a forza su una nave diretta a Mopelia, secondo altri rimorchiandola dietro alla sua barca. Il tahua Uru’uru Tahutahu che non era d’accordo chiese al gallo Nu’umehau Prevent di avvertire quando Hiro sarebbe venuto a prendere la barca durante la notte. Il canto del gallo fa eco quello di tutti i galli dell’isola che si svegliano l’intero villaggio e Hiro credendo che oramai si stia facendo giorno fugge abbandonando la barca.

Le impronte di Ninahere

La vahine Paahonu, dea di Raiatea, aspettava il suo promesso sposo partito in guerra nelle isole Cook. A cavallo di un pescecane, arriva imbrociata fino all’isola di Maupiti dove si innamora perdutamente del giovane Ninahere. Il suo fidanzato, temendo che cio’ avvenesse, le aveva laciato un sortilegio: se un altro uomo l’avesse toccata, si sarebbe trasformata in pesce.

Ninahere, all’oscuro di tutto questo, si dispero’ quando vide che la sua bene amata principessa svaniva nelle acque; in lacrime si accasciò sulla spiaggia Tereia di Maupiti dove si incontravano regolarmente, lasciando l’impronta del suo sesso e delle sue ginocchia.

Grotta della tortuga – Ana Honu

Piccolo incavo sotto la roccia ai piedi della falesia, dove si puo’ osservare un blocco naturale che sembra un bel carapace di tartaruga.

Grotta della lucertola – Ana Mo’o

Vaiatea aveva l’abitudine di dare da mangiare ad uns lucertola che viveva in una grotta della spiaggia di Tereia sull’isola di Maupiti; quando questa diventa troppo grande, Vaiatea ha paura di essere mangiata e scappa a Raiatea, poi Huahine, ed a Tahiti, perche’ ovunque andasse la lucertola la seguiva lasciando la traccia del suo passaggio. Fini’ per restare nell’isola di Moorea dove il sole al tramonto, colpendone il ventre chiaro, lo colora di giallo. Questo e’ il significato del nome dell’isola di Moorea: Mo’o rea = lucertola gialla.

Quando senti’ che le forze venivano a mancarle, la lucertola torno’ a morire sulla spiaggia di Tereia a Maupiti a fianco della sua ciotola.

Grotta del diavolo

La grotta del diavolo e’ a 3 m dalla strada ed e’ stata cosi’ chiamata perche’ un neonato sparito dalla casa dei suoi genitori e’ stato li’ ritrovato dalla popolazione il giorno seguente. E’ lunga 5 m, profonda 2 m e alta 1,30 m; a 10 metri dalla grotta si trova un chiamato il dio della punta Mutufara.

Annunci
Categorie: Polinesia Francese | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: