Ritorno in Polinesia

Sapevo che sarebbero stati li, anche se dopo aver pasticciato con gli orari del viaggio avevo capito che sarei arrivata alle 2 di notte, il più semplice era trascinare il trolley su per la ripida salita fino alla comoda pensione chez Fifi, dove tra l’altro sono residente, ed infilarsi in un letto senza svegliare nessuno, tanto sono di casa, mi avrebbero scoperta la mattina! Invece Maeva era li, con il suo bel vestito polinesiano a fiori ed i capelli sciolti, con il gentile marito Will e la bella figlia bionda, polinesiana ma biondissima; mi hanno subito infilato una collana di fiori intorno al collo, prima una, poi un altra, mentre, stordita dal viaggio, mi scusavo di averli fatti venire a prendermi a quell’ora così tarda…
Nella collana potevo riconoscer i fiori del suo giardino, Maeva ha un pollice verdissimo, e’ una vera polinesiana, porta sempre un’orchidea sopra l’orecchio, il sinistro visto che è impegnata, mentre il mio fiore continua ad essere su quello destro, ma non dispero, non ho mai disperato nella mia vita! Per i polinesiani l’accoglienza e’ fondamentale, ci si prepara accuratamente, si raccolgono i fiori per preparare le collane e le corone da mettersi sulla testa, la festa ha inizio ancor prima che l’invitato posi i piedi sul Fenua, la terra polinesiana, e se chi arriva e’ in grado di sintonizzarsi, immediatamente si può trasformare da ospite a vero membro della famiglia.
L’aria calda e profumata mi ha avvolta appena uscita dal ventre dell’aereo, quel bel calduccio che tanto amo, quel profumo di fiori che si spande per tutta l’isola, magicamente, dai giardini colmi si fiori di tiare’ alle teste profumate con l’olio di monoi, la pioggia, perché adesso è il momento delle grandi piogge tropicali, mi ha lasciato una tregua, mi ha permesso di scendere comodamente dall’aereo e di arrivare fino a casa per poi riprendere la notte.
È un luogo magico la Polinesia, non so come la si possa non amare, quando sono arrivata la prima volta ho immediatamente avuto la fortuna di entrare in contatto con una famigliona locale, da allora e’ stato un crescendo, ho fatto solo incontri eccezionali e sono diventata parte di almeno 3 famiglie, un vera membro, una zia, una cugina, forse un po’ esotica con quella mia mania si cucinare per lo più piatti di pasta, un qualcuno che ogni tanto arriva per portare una ventata di allegra simpatia.
Ho ritrovato la mia cara Cannella che si sporgeva tra le sbarre del cancello, bella con il suo pelo soffice color del miele, capace di dare l’affetto che solo un cane ti può dare; l’ho trovata bella spazzolata come piace a me, morbidissima!
E sono svenuta nel mio letto, un bel letto con le lenzuola fiorate anch’esse!

20130208-100846.jpg

Annunci
Categorie: Polinesia Francese | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: