AOTEAROA

20121205-155450.jpg

AOTEAROA la “Terra della lunga nuvola bianca” come l’ha chiamata Kuramarotini, la moglie del navigatore polinesiano Kupe che la scopri nel X secolo approdandoci in piroga. Proveniva con le sue genti da Hawaiiki, l’isola mitologica che rappresenta la radice del mondo dalla quale è stato generato tutto il pianeta; fu costruita dagli dei alternando una serie di strati di materia a vuoti (caverne) e cunicoli d’accesso alle stanze sotterranee, la più profonda delle quali è la sala dove vive Varima te Takere, la dea “del principo, della nascita”.

I Maori, primi abitanti della Nuova Zelanda, giunsero in questi territori dalle isole della Polinesia, il loro nome deriva da Ma Uri, che significa ‘i bambini del cielo’, i figli del dio Ranginui (il padre cielo) e Papatuanuku (la madre terra).
Avevano viaggiato per migliaia di chilometri su canoe a doppio scafo, le waka, orientandosi grazie alle stelle, alle correnti e al volo degli uccelli.

La maggior parte dei Maori traccia il proprio whakapapa (albero genealogico) a partire proprio da una waka di quei pionieri polinesiani. Il capitano di una di queste imbarcazioni si chiamava Kupe, e fu sua moglie a battezzare la nuova terra Aotearoa, ‘terra della lunga nuvola bianca’.

La società Maori è di tipo tribale, e sebbene la maggior parte dei maori viva nelle città, molti di essi mantengono un forte legame con le proprie iwi (tribù). Il te reo Maori, la lingua maori, è comune a tutte le iwi ed è una delle lingue ufficiali della Nuova Zelanda. I maori vantano inoltre un ricco bagaglio di miti e leggende, una forte tradizione artistica e una suggestiva tradizione orale.

Nella tradizionale società Maori, gli individui vivono principalmente all’interno del whanau (famiglia). Le famiglie si uniscono per formare gli hapu (sotto tribù). I gruppi più numerosi sono chiamati iwi (tribù). Vi sono 79 siti tradizionali tribali in tutta la Nuova Zelanda. Gli iwi sono guidati dai rangatira (capi). Un importante capo si dice che abbia un ottimo mana (autorità spirituale) ed è visto come tapu (sacro). Tapu è un concetto molto significativo ai Maori. Lo stile di vita dei Maori è basato su cooperazione, lealtà, orgoglio e rispetto ed è incentrata sul marae, una pezzo di terra dove vi è una casa per gli incontri decorata con intagli stilizzati di antenati tribali. La discendenza è di vitale importanza per i Maori.

Oggi oltre l’80% della popolazione Maori vive in zone urbane. La partecipazione nel commercio, nel governo, negli affari pubblici, nell’educazione è in crescita ed i Maori stanno incominciando ad essere riconosciuti come una parte della società della Nuova Zelanda da valorizzare e di vitale importanza.

Le parole, come per tutti i popoli polinesiani, sono sacre e chi le pronuncia le rende potenti e vive.

Si dice che i Maori parlino seguendo uno schema ciclico. Sono molti gli estranei a questa cultura che affermano che questo genera imprecisione e fa perdere tempo, ma non è così, anzi, ciò consente di far emergere diversi punti di vista ed eventualmente di accantonarli se in quel momento non sono pertinenti.

I raduni maori si chiamano ‘hui’. Il livello dell’hui dipende dalla qualità della voce che lo ha indetto e dalla qualità della risposta a questa voce. Bisogna essere coraggiosi per chiamare un hui. Si gioca la propria credibilità in modo molto diretto.

Nella tradizione del popolo maori nulla è fabbricato a caso. Ogni oggetto ha un preciso significato e porta dentro di sé il mana di chi lo ha creato.

20121205-154137.jpg

Annunci
Categorie: Nuova Zelanda | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: